Secondo il Ministero della Salute, i bambini dovrebbero trascorrere almeno un’ora al giorno a giocare in ampi spazi aperti.  Recenti studi commissionati dall’Unione Europea dimostrano che la presenza di aree verdi nei pressi delle scuole incrementa le capacità cognitive dei bambini

Siamo originariamente nati a stretto contatto con la natura, ma oggi sembra che facciamo di tutto per rinunciarci, abitando in città sempre più affollate e antropizzate.

Gli effetti di tutto ciò si riverberano sul nostro stato mentale.

Al contrario, la natura, gli alberi e le piante hanno un effetto estremamente positivo sul nostro organismo e rappresentano un pilastro della medicina preventiva.

Camminare in un bosco, ad esempio, riduce stress e depressione, riducendo sensibilmente pressione sanguigna e frequenza cardiaca.

A maggior ragione, i bambini hanno bisogno di ampi spazi verdi per vivere una dimensione più naturale della propria infanzia, considerato che i tratti cognitivi chiave sono sviluppati durante l’infanzia.

Infatti, i bambini delle scuole elementari che vivono a stretto contatto con aree verdi sviluppano migliori capacità cognitive.

Il dato è emerso dalla ricerca finanziata dall’Unione europea nell’ambito del progetto Breathe (BRain dEvelopment and Air polluTion ultrafine particles in scHool childrEn) che ha studiato gli effetti dei cosiddetti Trap (traffic related air pollution), ovvero agenti inquinanti derivati dal traffico, sullo sviluppo del cervello nei bambini.

I ricercatori hanno dunque valutato l’associazione tra l’esposizione alla natura e la memoria e la capacità di attenzione dei bambini.  

È emerso che la frequentazione di ampi giardini ha comportato un aumento del 6% della memoria di lavoro e ha diminuito dell’1% la disattenzione.

La presenza di alberi intorno alle scuole riduce inoltre i livelli di smog.

Migliorare le capacità cognitive dei bambini significa contribuire a formare individui con maggiori capacità mentali.

Al contrario, molti genitori riempiono la stanza dei propri figli con innumerevoli giocattoli o iscrivono i bambini ad innumerevoli corsi pomeridiani che li costringe a passare molto tempo in ambienti chiusi.

Secondo il Ministero della Salute, ciò può danneggiare la salute dei bambini per cui si rende opportuno che i piccoli trascorrano almeno un’ora al giorno fuori casa, in spazi verdi, impegnati in attività libere e creative.

Mi rendo conto però che per chi abita in città e ha frequenti impegni di lavoro risulti particolarmente complicato  portare i bimbi regolarmente al parco durante la settimana e consentire loro di frequentare spazi verdi lontani da traffico, industrie e smog.

Perciò, quando anni fa abbiamo realizzato la nostra scuola per l’infanzia, la prima cosa a cui abbiamo pensato è stata quella di dar vita a spazi verdi sufficienti a colmare il gap tipico delle grandi città come Taranto.

 

Il Mondo dei Piccoli ha tutte le caratteristiche di una scuola con grandi spazi verdi, in quanto dispone di ampi giardini, strutture gioco moderne, corpo educatrici sempre vigile e presente.

Ci sono almeno 8 buoni motivi per iscrivere tuo figlio ad una scuola dell’infanzia dotata di ampi giardini e li trovi ben spiegati nell’articolo che puoi leggere cliccando qui sul seguente link ==> http://www.scuoladellinfanziataranto.it/scuola-con-grandi-spazi-verdi/

Inoltre, lo Stato mette a disposizione 1.000 Euro per i genitori di Taranto e provincia che devono iscrivere i propri figli all’asilo nido che hanno meno di 3 anni. Scopri di più ==> http://www.scuoladellinfanziataranto.it/bonus-1-000-euro-per-i-genitori-che-hanno-figli-con-meno-di-3-anni/

Su prenotazione, i nostri uffici sono a disposizione per ogni ulteriore informazione.

Chiama al 339 306 2972 oppure scrivici utilizzando il seguente form di contatto:

* I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori